scarpe primi passi quando vanno messe

Quando mettere le scarpe primi passi ?

Il vostro bambino ha appena imparato a gattonare o magari sa solo stare in piedi nel box giochi, ma già lo vedete scorrazzare dappertutto per casa e avete coperto tutti gli spigoli di tutti i mobili.

Nonostante quest’ultima sia un’ottima idea e anzi una precauzione indispensabile quando si ha un bimbo nella fase “esplorativa”, non fatevi prendere dal panico se non avete ancora acquistato una delle migliori scarpe primi passi per il “grande evento”.

Ogni bambino ha i suoi tempi e i suoi modi per raggiungere i primi esperimenti di deambulazione e il pensiero di iniziare a usare le scarpe primi passi dovrebbe sfiorarvi solo quando il vostro pargolo ha fatto del gattonare un’abitudine.

Quando avvengono i primi passi?

Non c’è una risposta precisa a questa domanda, ma in linea generale se il bambino compie i suoi primi passi entro i 18 mesi è tutto regolare.

scarpe primi passi quando vanno messe

Come già accennato, ogni bambino ha i suoi tempi per raggiungere questo traguardo e bisogna fare attenzione a non forzarlo, perché nei primi anni di vita i muscoli delle sue gambe e le ossa dei suoi piedi si stanno ancora formando.

Molti genitori pensano che i bambini necessitino di essere incoraggiati o spinti più del dovuto a “verticalizzarsi”, ma in realtà il desiderio di stare in piedi viene loro naturalmente.

Intorno agli otto mesi, specialmente se messi dentro il box bimbi, essi proveranno già a tirarsi su e a stare in piedi da soli.

E quindi, quando sarà necessario mettere le scarpine primi passi? In media verso i 12 mesi, ma non vale per tutti i bambini. Di seguito vi spiegherò in dettaglio quando è meglio procurarsi il primo paio di scarpine.

Quando usare le scarpe primi passi ?

Nel periodo che precede la grande conquista dei primi passi, il bambino proverà a muoversi a modo suo, trascinandosi, rotolando o gattonando. A volte quest’ultima fase viene saltata, ma anche se così fosse è importante lasciare il bambino a terra, libero di esplorare come meglio preferisce.

Durante queste fasi è essenziale che il piedino rimanga libero, in quanto gli stimoli sensoriali aiutano il bambino a comprendere l’ambiente circostante e a capire come mantenere l’equilibrio, oltre ad aiutare lo sviluppo della muscolazione del piede.

Scarpe o piedi nudi?

Finché il bambino si muove in casa, non sarà strettamente necessario fargli indossare le scarpine primi passi. Se il pavimento dovesse essere freddo, sarà sufficiente fargli indossare dei calzini con i gommini anti-scivolo, purché non costringano troppo il piede e la caviglia.

Quando si tratta di uscire di casa invece, le scarpine diventano assolutamente necessarie, purché siano morbide, flessibili e anche qui preferibilmente anti-scivolo, così da aiutare il bimbo a mantenere l’equilibrio durante le prime passeggiate.

E in estate?

Per le scarpe primi passi estive valgono le stesse regole delle scarpine invernali, infatti sul mercato troverete anche alcuni modelli che si adattano perfettamente sia ad una stagione che all’altra, altrimenti potrete orientarvi sulle collezioni di sandaletti estivi.

Per quanto riguarda l’andare in spiaggia invece, il bimbo non avrà problemi a camminare sulla sabbia a piedi nudi, anzi sarà per lui o lei un perfetto allenamento muscolare e sensoriale. Inoltre non dovrete avere paura delle cadute, perché non potranno farsi male e impareranno inoltre a rialzarsi da soli.

Fino a quando usare scarpe primi passi ?

Non c’è una scadenza precisa per l’utilizzo delle scarpe per primi passi, bisogna tenere sotto controllo lo sviluppo del bambino e capirne i bisogni fisici e motori.

In genere le scarpe primi passi vengono utilizzate fino ai due-tre anni di età, ma prima di fare qualsiasi cambiamento sarà buona norma consultare il proprio pediatra.

Il passaggio dalle scarpe primi passi alle scarpe normali dovrà avvenire gradualmente, alternando entrambe almeno per i primi tempi.

Scarpe primi passi: come devono essere ?

quando mettere le scarpe primi passiLa scelta di un’ottima scarpa per primi passi è essenziale per far sì che il vostro bambino cominci a muoversi in autonomia, ma senza sentirsi costretto. Se durante le sue prime avventure verticali il bambino dovesse provare fastidio o dolore, potrebbe essere scoraggiato dal riprovarci.

Il piede dei neonati è molto delicato e non va assolutamente aggredito con scarpe troppo costrittive. Ecco quindi alcuni consigli da tenere a mente prima di procedere all’acquisto delle prime scarpine:

  1. Le scarpe primi passi devono essere morbide, flessibili e con una suola traspirante e sottile in modo che il piede del bambino possa sentire il contatto con il suolo e ricevere le informazioni che lo aiuteranno ad ambientarsi e a mantenere l’equilibrio. I primi tempi, inoltre, il bambino tenderà ad appoggiarsi più sul lato del piede che sulla pianta, così come faceva quando gattonava. Ecco quindi che avere una scarpa che non irrigidisca il piede diventa fondamentale.
  2. La scarpa dovrà essere leggermente più lunga del piede (almeno 1 centimetro) in modo che esso non si senta costretto. Inoltre, questa è l’età in cui i bambini si sviluppano più velocemente, quindi lasciare un po’ di margine per la crescita è sempre una buona idea.
  3. Come appena accennato, i piedi dei neonati crescono molto velocemente e inoltre hanno una tendenza a ritrarre le dita. Prima di acquistare la prima scarpetta, potrebbe essere utile preparare una sagoma di cartone della pianta del piede da confrontare con la suola. Ricordate che la sagoma andrà aggiornata circa ogni tre mesi, così come andranno ricomprate le scarpette.
  4. Controllate che all’interno della scarpa non ci siano parti troppo ruvide o puntigliose che potrebbero ferire il piede del bambino.
  5. C’è un’alta probabilità che i vostri bambini tenteranno di mordere le scarpe. Per questo motivo, sarà bene acquistare solo scarpe fatte con materiali anallergici e senza sostanze chimiche.

Se non sai ancora bene come orientarti per l’acquisto del primo paio di scarpine per il tuo bambino, non disperare! Si tratta di una scelta delicata che può portar via anche molto tempo, ma per tua fortuna grazie a questo e ad altri articoli che torveria sul mio blog, fare questa scelta sarà molto semplice.

ARTICOLI CORRELATI