Caviale in gravidanza: ecco tutto quello che devi sapere

Un tempo il caviale era un alimento riservato solo alle grandi occasioni ma al giorno d'oggi, grazie alla sua diminuzione di prezzo, il consumo di uova di storione è sempre più diffuso sulle tavole degli italiani.

Proprio per questo motivo può capitare di trovarselo nel piatto durante il periodo della gravidanza.

E a questo proposito nasce la domanda: posso mangiare il caviale in gravidanza ?

La risposta corretta a questa domanda è: dipende, perciò in questo articolo vedremo quali sono i casi in cui questo piatto e consigliato e quando invece andrebbe evitato.

Impara come e cosa mangiare per una gravidanza perfetta

Benefici del caviale durante la gravidanza

Il caviale contiene molte proteine di origine animale che possono essere assorbite facilmente dal corpo e che contribuiscono alla formazione del feto. Inoltre il caviale è ricco di lecitina che è responsabile del trasporto di vitamine e minerali all’interno delle cellule.

Un’altra importante caratteristica delle uova di storione è la capacità di regolare l’indice dell’emoglobina, che nel caso di una dieta non ottimale tende ad aumentare.

Oltre a ciò il caviale è anche ricco di vitamine A, B, D, E e di grassi omega-3 i quali sono un’ottima fonte di energia e hanno proprietà utili a prevenire l’accumulo di colesterolo nel corpo.

Ma nonostante gli indubbi benefici per la nostra salute è bene stare molto attenti al consumo di questo pesce ed al consumo di uova e salumi crudi come la coppa, soprattutto quando l’origine ed il modo in cui sono stati trattati non è perfettamente noto.

Caviale in gravidanza: quando si può mangiare ?

Secondo la legge italiana nei ristoranti e nei supermercati non posso essere vendute uova non pastorizzate, questa norma è valida sia per le uova di gallina che per quelle di pesce.

Di conseguenza nel caso in cui consumassimo uno di questi due prodotti, in teoria, non ci dovrebbero essere problemi ne per noi e ne per il feto.

Può però capitare, sopratutto nei ristoranti, che le norme non vengano seguite alla lettera e che il caviale invece di essere pastorizzato sia solo trattato a freddo.

Questo processo pur eliminando la maggior parte dei batteri e patogeni, non è efficace come la pastorizzazione e ciò può creare un rischio per la nostra salute e quella di nostro figlio.

Listeria: il patogeno più presente nel caviale

Come ti ho accennato in precedenza, il solo trattamento a freddo, pur essendo efficace, non sempre elimina tutti i batteri ed in particolare nel caso del caviale quello più frequente ed anche più pericoloso è la listeria.

Questo patogeno, purtroppo, viene eliminato totalmente soltanto nel caso in cui le uova siano pastorizzate e la sua assunzione può causare la listeriosi, un malattia che porta ad infezioni del fegato con conseguente febbre e forte mal di testa.

In più nel caso di donne incinta tale patologia può causa gravi danni al bambino oltre che portare ad un parto prematuro.

Cosa fare se hai mangiato caviale mentre sei incinta ?

Nel caso tu abbia mangiato caviale senza sapere dei rischi che potevi correre, non ti preoccupare, le probabilità di avere preso la listeriosi sono abbastanza basse.

Però se entro due mesi dal suo consumo inizi ad avere febbre alta accompagnata da forti mal di testa è il caso di avvertire il tuo medico curante in modo che ti possa prescrivere i corretti esami per verificare lo stato della situazione.

In particolare dovrebbero esserti prescritti gli esami del sangue per verifica la presenza di listeria e nel caso gli esiti siano positivi ti verranno prescritti degli antibiotici per combattere la listeriosi.

Alternative al caviale nel periodo di gestazione

Se non vuoi fare a meno di mangiare il pesce durante il periodo della gestazione, esistono alcune alternative altrettanto gustose ma che non presentano nessun rischio per te o per il tuo bimbo.

I pesci più consigliati e che andrebbero consumati almeno 2-3 volta alla settimana sono:

  • Salmone
  • Alici
  • Orata
  • Trota
  • Sarde

Ovviamente qualunque pesce tu scelga di consumare è preferibile che sia cotto e fresco.

Caviale pastorizzato in gravidanza

Come hai potuto vedere si può mangiare il caviale in gravidanza ma solo ed esclusivamente se si tratta di caviale pastorizzato e di cui conosci la provenienza.

Perciò è meglio evitare di mangiarlo al ristorante in quanto non sai quanto è fresco il prodotto ed in che modo è stato lavorato dal produttore.

Se invece hai acquistato il caviale al supermercato o in una pescheria e sulla confezione è chiaramente indicato che le uova sono state pastorizzate seguendo le norme della legge italiana, non ci sono rischi a consumarlo.

Detto ciò, se vuoi imparare come alimentarti al meglio durante la gravidanza per garantire la tua salute e quella del tuo bambino ti consiglio di cliccare qui, in modo da aver accesso al corso #1 in Italia per quanto riguarda la corretta alimentazione durante il periodo del pre e post parto.

Molto spesso l’alimentazione è uno dei fattori che viene trascurato quando si è incinta ma in realtà è uno dei più importanti in quando ciò che mangiano noi, viene usato per nutrire nostro figlio, ed è perciò fondamentale farlo al meglio e senza commettere errori.

ARTICOLI CORRELATI